giovedì 27 dicembre 2007

 



 


Voglia di amarti.
Respirare la tua presenza
nel vuoto immenso della tua assenza.
Pesa la distanza.
Voglia di sentirti,
vicino a me, molto vicino.
L’odore del tuo corpo,
il sapore della tua bocca,
la passione nell’averti.
Cancellare le paure,
eliminare le incertezze.
Sciogliermi nei tuoi baci
come zucchero
da stendere sul tuo corpo.
Entrare in acque profonde
fino a raggiungere le tue ansie
e soffocare le mie
per poi sfociare nella tua anima.
Ricoprirti di versi e parole
aspettando che la tua pelle le assorba
o il tuo fuoco le sciolga.
Voglia di amarti.
Questa voglia che toglie il fiato,
questa voglia che mi uccide,
questa voglia di te.


 



martedì 18 dicembre 2007

giovedì 13 dicembre 2007


 


Mi fondo con la notte
e nel tuo sogno mi disperdo,
cullato dalla danza infinita
delle onde del tuo mare.
Mi fondo con il sole
e mi lascio bruciare la carne
dalla tua passione abbagliante.
Mi fondo con l’acqua
e ti lascio scorrere sul mio corpo.
Accarezzami con lo sguardo,
spogliami con la tua voce,
bevi la mia anima
e sazia la tua sete d’amore.
Mi fondo con la terra
e cammino con te
nella strada della passione
e mi disperdo nel piacere della tua carne.
Mi fondo nel tuo cielo
e nella tua immensità
io mi disperdo.





martedì 11 dicembre 2007


 


Pelle di pesca hai,
morbida e setosa.
E rugiada d'estate fra le tue gambe tese.
E gocce lente lungo la tua schiena.
E brividi leggeri sui tuoi seni ampi.
Pelle di pesca sei,
e rosa delicata da annusare.
E velluto color carne da toccare.
Pelle di pesca diventa il tuo corpo lucente,
bagnato di passione,
divorato dalla mia bocca,
illuminato dalla luna.
Quando il mattino ti sfiora e la notte ti avvolge,
quando ti avvicini languida e nuda,
il tuo solco umido, mia piccola pesca,
è ancora più di te un frutto maturo,
succoso da mordere, saporito e tenero,
sotto le mie labbra ardenti.


 



mercoledì 5 dicembre 2007

Vi presento i mitici del "Bar della Sciura".


Ho dovuto dividere il videoalbum in tre parti perchè era troppo pesante e non lo caricava. Per ridurlo ho anche dovuto togliere qualcosa, ma ai miei amici ho mandato l'originale.


Barbarellaaaaaaaaaaaaaa..... eccolooooooooo..... clicca sui titoliiiiii..... (per gli storditi, i titoli sono quelli colorati)


 


La rimpatriata (Prima parte)


La rimpatriata (Seconda parte)


La rimpatriata (Terza parte)


 


Te lì che ustiàt!!!


:-)))




 


 


 

martedì 4 dicembre 2007


 


Labbra morbide percorrono la tua pelle,
gocce di eccitazione
cadono su di te.

Mani scivolose
esplorano ogni centimetro
del tuo corpo,
ti vogliono, ti cercano… ti trovano.

Dita esperte
si insinuano nei sentieri
del tuo desiderio,
ed aprono la soglia…
alla bocca golosa ed avida
che ti abbraccia
portandoti all’estasi.


 



domenica 25 novembre 2007


 


Pensami
quando i tuoi occhi
si apriranno al sole,
quando gli abiti
sfioreranno la tua pelle,
quando il primo vento
accarezzerà il tuo viso,
quando i tuoi piedi
cammineranno sulla strada,
quando le tue mani
ne stringeranno altre,
quando i tuoi occhi
ne incroceranno altri,
quando berrai il tuo caffè,
quando da dietro i vetri
guarderai la pioggia cadere.
Pensami
quando, giunta la sera,
i tuoi occhi si chiuderanno
e lascia che il tuo ultimo pensiero
sia per me.


 



giovedì 22 novembre 2007


Paolo Bitta: " Heilà, come va? "
Luca Nervi: " Lascia perdere va! Ieri sera m'han rubato la macchina! "
Paolo Bitta: " E che sarà mai! Sono cose che succedono! E poi tranquillo che se ne hai bisogno ti presto la mia! "
Luca Nervi: " Ehm… no dai, non puoi... "
Paolo Bitta: " Ma sì dai che mi costa? Basta che me la chiedi! "
Luca Nervi: " Ehm… no no, ti dico che non puoi… "
Paolo Bitta: " No guarda insisto, e poi scusa, come se non te l'avessi già prestata altre volte!?! "
Luca Nervi: " Ecco appunto... IERI SERA!! "


 


       


Paolo Bitta “un uomo chiamato contratto", che non finisce mai un proverbio, che beve come una spugna, usa solo la “quattro colori” per le proprie firme ed ha tre fissazioni: i Pooh, le Alfa e i camper.


...adoro quest'uomo!!!


 


Per chi non lo conoscesse ecco alcune sue frasi celebri e momenti indimenticabili mentre canta i Pooh.


 


Canzoni dei Pooh...


Dammi solo un minuto


Dio delle città


Piccola Marilyn  (Dedicata alla gatta della Patty)


Mi dispiace devo andare


 


Frasi celebri...


Stavate parlando di me?


Un uomo chiamato contratto


Tale padre...


Chi non risica...


Occhio non vede...


 


Paolo Bitta: " Heilà, come va? "
Luca Nervi: “Lascia stare va… la mia ragazza vuole che le dica le famose due paroline”
Paolo Bitta: “Quali due paroline?”
Luca Nervi: “Sì, quelle due paroline che le donne vorrebbero sentirsi dire ogni tanto dal suo uomo”
Paolo Bitta: “Non capisco…”
Luca Nervi: “Mi sarei stupito del contrario! Sai quelle due paroline… quelle che dici alla tua donna… t… t… t… niente, vedi? Non mi riesce, è difficilissimo dirle”
Paolo Bitta: “Ah… Quelle due paroline! E cosa ci vuole, io le dico sempre alla mia donna!”
Luca Nervi: “Tu dici quelle due parole? …mi stupisci!”
Paolo Bitta: “Sì, è semplice sai? Guarda, tu ti avvicini con fare da uomo vissuto, la fissi negli occhi e dici: <Quanto vuoi?>”
Luca Nervi: “Paolo… sei un idiota!”
Paolo Bitta: “…con Samantha in tangenziale funziona sempre…”


 


 


 

venerdì 16 novembre 2007

 


hehehehe c'hanno preso gusto! Ma secondo me non hanno ancora capito che mezza ditta entra a guardarli   :-)))   Io non sono normale e vabbè.... ma voi? ...vergogna!!! 


E con un colpo di bacchetta... vi trasformo in zoccoletta!!!


Prima uno... (non è Platinette, giuro, è Simone)



 


...e poi l'altro (sembra davvero un bel pezzo di gnocca, ma è Silvio)



 


Questo qui sotto non so chi sia... mah!



 


Senti Silvio, visto che la settimana prossima facciamo il turno di notte, perchè non vieni al lavoro vestito così? Dai, dai che ti "apro" nuovi orizzonti  :-))))  Faccio la tua Madre Mubyna di Calcutta e vedrai che come ti Calcutto io.... Faccio la Monaca di Monza... Faccio anche la foca monaca se ti presenti così. Se vuoi mi trasformo in Louis Armstrong... e poi ti trombo! 


ahahahahaha sto pensando che la settimana prossima in ditta ce la caviamo perchè facciamo la notte, ma poi dobbiamo guardarli in faccia tutti...


Oggi ho fotografato anche il calendario che c'è nella saletta fumatori e devo dire che l'anonimo che ha scritto sulla foto in fondo mica ha tutti i torti  :-)))) 


E potevo non metterla? ...certo che no!



 


Le prossime foto vi voglio nudi... Simone mi raccomando eh?  :-))))


 


 

martedì 13 novembre 2007


Naturalmente ho avuto il permesso da loro.


Vi presento Silvio e Simone...





...i "Gemelli Diversi"


:-)))



 


 

venerdì 9 novembre 2007





Una triste dolcezza,
imprigionata, catturata,
nascosta da un silenzioso rumore.
Vestita, mescolata fra le note
di una giovane canzone,
ricercata tra profondi
intensi sentimenti,
tra suoni vibranti di ricordi,
soltanto per un poco ritrovati.
Pensieri, sogni,
tramonti sbocciati,
ma che infine
impallidiscono e muoiono
tra queste ultime parole.


 



martedì 6 novembre 2007


Queste non sono bombe.


.


.


.





Questa non è una città bombardata che brucia.


.


.


.



Questi non sono corpi carbonizzati.


.


.


.




Questi non sono bambini morti...


.


.


.




...e questi non sono civili uccisi dalle bombe.


.


.


.



Questa non è una guerra...




...è una missione di pace.



 



lunedì 17 settembre 2007


 


Scompaio, sono una goccia d'acqua
e seguo le altre nel sentiero
delle strade grigie e vuote...





lunedì 6 agosto 2007

Banjole....







 


Mi sto innamorando della Croazia...


(un bacino a Silvio e Daniela... e fate i bravi né?)


sabato 2 giugno 2007


 


L'uomo che cammina sui pezzi di vetro
dicono ha due anime e un sesso di ramo duro il cuore
e una luna e dei fuochi alle spalle mentre balla e balla,
sotto l'angolo retto di una stella.
Niente a che vedere col circo,
né acrobata né mangiatore di fuoco,
piuttosto un santo a piedi nudi,
quando vedi che non si taglia, già lo sai.
Ti potresti innamorare di lui,
forse sei già innamorata di lui,
cosa importa se ha vent'anni
e nelle pieghe della mano,
una linea che gira e lui risponde serio
"è mia"; sottindente la vita.
E la fine del discorso la conosci già,
era acqua corrente un pò di tempo fa e ora si è fermata qua.
Non conosce paura l'uomo che salta
e vince sui vetri e spezza bottiglie e ride e sorride,
perchè ferirsi non è possibile,
morire meno che mai e poi mai.

Insieme visitate la notte che dicono è due anime
e un letto e un tetto di capanna utile e dolce
come ombrello teso tra la terra e il cielo.
Lui ti offre la sua ultima carta,
il suo ultimo prezioso tentativo di stupire,
quando dice "È quattro giorni che ti amo,
ti prego, non andare via, non lasciarmi ferito".
E non hai capito ancora come mai,
mi hai lasciato in un minuto tutto quel che hai.
Però stai bene dove stai. Però stai bene dove stai.


 



sabato 12 maggio 2007

Vi regalo queste copertine di LP anni '70 che mi ha inviato Matte... sono bellissimeeeeeee... Matte sei magico!!! Ma se le facce sono così, come saranno le canzoni?  :-)))))


















 


......e per Helo....


 


Per chi non lo sapesse John Curtis Estes  (8 agosto 1944 – 13 marzo 1988) meglio conosciuto come John Holmes o Johnny Wadd, fu un attore pornografico degli anni settanta – ottanta. Famoso per il suo enorme pene (25,4 centimetri a riposo, 32 centimetri eretto) recitò in circa 2.200 film ed è tuttora considerato la più importante star maschile del cinema porno.


Notare con molta attenzione il giorno e il mese della data di nascita. Io sono nato due giorni prima... capito perchè ho due centimetri in meno?


:-))