martedì 23 gennaio 2007


 


“È amore, è idea ed è desiderio… quello di poter restare attaccato alla tua pelle per sempre”

Mi sento attaccato al tuo silenzio e alle tue grida
come la luce pura dell’aurora,
alla tua voce di parole squisite,
alla ruota interminabile dei tuoi baci.
Attaccato a te come la carta ai miei versi,
come l’inchiostro che va scrivendo amore,
come una rosa attaccata alle sue spine,
come la luna attaccata alla notte.
Attaccato a te… remota stella,
alla tua orbita invariabile e compiacente,
ai tuoi giochi di luce… indipendente,
come riflesso d’amore seguo la tua ombra.
Sto attaccato a te come l’espressione amabile
che fissata alla tua traiettoria permanente
mi ama, mi accarezza, sentendoti presente
…anche nel silenzio della tua assenza.


©