sabato 27 settembre 2008

 



 


E tutto si dissolve...
coscienza, memoria... anche il tempo...
mentre sprofondiamo nel vortice caldo, intenso, dell'amore.
La luna impallidisce e si allontana nello spazio buio,
mentre noi, pallidi, ci stringiamo,
come se volessimo prendere ciascuno... l'anima dell'altro.


 



giovedì 25 settembre 2008

 



 


Per il cammino delle tue mani io potrei arrivare fino alla luna e salire su una stella,
e volare sopra i mari, e regalarti un mondo come tu hai regalato a me.
Con le tue mani mi fai arrivare così in alto,
mostrandomi il tuo cielo terso che si muove nelle tue dita.
Perché le tue mani trasmettono dolcezza e tenerezza,
sono la lingua della vita e della morte,
sanno tessere armonie come la poesia
e sono esperte di parole e di carezze.
Il cammino delle tue mani è magico,
viaggiano molto profondamente
fino ai luoghi dove nascono i sentimenti,
dove si sognano i sogni più profondi
e il piacere fa il suo nido nell’oro.
Il cammino delle tue mani è l’abisso dove voglio cadere una e mille volte,
senza pensare, senza paure, fra stanze di amore e fantasie,
dove sento quello che non vedono i miei occhi
abbagliati dalla luce dei tuoi occhi,
dove non esiste il mondo né la parola,
solo il nostro amore, la nostra pelle, le nostre carezze.





lunedì 22 settembre 2008


 


 


Amami con questo desiderio, senza pausa,


con le mie pazzie che abbracciano le tue.






 

venerdì 19 settembre 2008

 



ehehehehe il Campus -alla mela verde-


Ma lo fanno ancora? Ricordo che a venti metri di distanza già si sentiva chi lo usava. E dopo dieci minuti di permanenza in una stanza, anche i muri profumavano di mela verde.


...io lo usavo :-)))