martedì 18 ottobre 2011



Un bacio, chiudi gli occhi,
ti sto dando un dolce bacio.
Cosa posso darti di più?
Parole e solo parole,
silenzi, piccole emozioni...
…vorrei darti di più.




venerdì 14 ottobre 2011



Se ti arriva una nuvola bianca,
candida e delicata,
non lasciarla volare via,
ma fai sì che viva il suo tempo
nel tuo cielo di azzurro splendente...
lei, cercava te.






martedì 11 ottobre 2011




Ti voglio sentire mia
mentre ti perdi nei miei occhi.
Voglio guardare le tue sensazioni,
avere i tuoi brividi e darti i miei.
Ti voglio mia!






 

venerdì 7 ottobre 2011



Sei il mio cielo infinito...
io in te sto volando
come un soffio di vento
che si alza all'improvviso.
Tu sei il cielo,
io sono l'aria che ne fa parte.




sabato 17 settembre 2011



NEL NOME DELL'ODIO:
"L'ultima lezione del Professor Rod Thompson, una lezione che i suoi alunni non scorderanno mai. Il dolce sapore della vendetta gustato trentacinque anni dopo la guerra in Vietnam".


ANTICHI RIFLESSI:
"Un thriller dal sapore antico trasportato fino ai giorni nostri grazie ad antichi oggetti".




per i dettagli del libro clicca qui







lunedì 29 agosto 2011

             

                                          




                                   


Topo Gigio c'è! ...Dio non si sa.
(correggerò tutte le scritte sotto i ponti delle autostrade italiane... cercasi aiutanti)









mercoledì 24 agosto 2011



Arrenditi…
Il gioco adesso lo conduco io.
Vincerò sul tuo corpo sorridente.
Non avranno scampo i tuoi spasmi.
Non avrà freno il tuo piacere.
Immerso nel tuo corpo,
“splendore immenso”,
ammirerai la mia bocca
sfiorare i tuoi brividi
e gustare la rugiada umida e calda
del tuo incanto. 





lunedì 22 agosto 2011



Chi può versare sangue nero, sangue giallo,
sangue bianco, mezzo sangue?
Il sangue non è indio, polinesiano o inglese.
Nessuno ha mai visto sangue ebreo, sangue cristiano,
sangue musulmano, sangue buddista.  




Il sangue non è ricco, povero o benestante.
Il sangue è rosso.
Disumano è chi lo versa,
non chi lo porta.



Ndjock Ngana (Camerun, 1952) 





giovedì 21 luglio 2011



Jacovitti.... Il Kamasultra.

I miei diari di scuola erano tutti suoi :-)))



































Mitico! :-)))






venerdì 15 luglio 2011

I nuovi mostri



Modificare il corpo è diventata una tendenza abbastanza diffusa secondo vari gradi di coraggio, stili di vita e rincoglionimento.

Il tatuaggio, ad esempio, è ormai stato sdoganato dal simbolismo che lo associava a galeotti,  pirati e marinai e viene esibito oggi anche dall'abbronzato ragioniere di banca che vuole essere trendy.

C'è però chi va oltre e non si limita a ricoprire il corpo di graffiti  ma ne modifica i volumi, lo deforma...

E tra i giapponesi di ultima generazione la tendenza che si sta diffondendo è quella di iniettare soluzioni saline sotto pelle per generare crescite artificiali su determinate parti del corpo.


In precedenza, ed è tutt'ora sistema praticato, per deformare il corpo c'era la possibilità di impiantare inserti di silicone (corna, bernoccoli, ciambelle e bubboni vari...) con effetto permanente; questo metodo, invece, è reversibile perchè a poco a poco il liquido si riassorbe e la deformazione si attenua fino a scomparire.












Grazie Signore di avermi fatto nascere nel periodo di Topo Gigio.

Anche se ad essere sinceri la voglia di provare ad iniettarmi questa cosa in una parte del mio corpo ce l'avrei.
Così, solo per sentirmi Rocco Siffredi per qualche giorno.





 

martedì 21 giugno 2011



E tutto si dissolve...
coscienza, memoria... anche il tempo...
mentre sprofondiamo nel vortice caldo, intenso, dell'amore.
La luna impallidisce e si allontana nello spazio buio,
mentre noi, pallidi, ci stringiamo,
come se volessimo prendere ciascuno l'anima dell'altro.





 

giovedì 26 maggio 2011



Comprata su eBay (8 euro, spedizione gratuita) da un negozio francese.
E siccome sono milanese, giuro che se il sciur Pisapia vince il ballottaggio, questa bandiera sventolerà sul mio balcone.



domenica 15 maggio 2011



Cosa ci posso fare... è solo un po' di nostalgia.





SOLAMENTE CHIEDO A DIO


Solamente chiedo a Dio
che il dolore non mi sia indifferente
che la morte secca non mi trovi
vuoto e solo, senza aver fatto abbastanza.

Solamente chiedo a Dio,
che l'ingiustizia non mi sia indifferente
che non mi schiaffeggino l'altra guancia
dopo che un artiglio graffiò il mio destino

Solamente chiedo a Dio
che la guerra non mi sia indifferente
è un mostro grande e calpesta ferocemente
tutta la povera innocenza della gente

Solamente chiedo a Dio
che l'inganno non mi sia indifferente
Se un traditore può più che alcuni,
che questi non lo dimentichino facilmente.

Solamente chiedo a Dio
che il futuro non mi sia indifferente
Sfortunato è colui che deve andarsene
a vivere una cultura diversa.

Solamente chiedo a Dio
che la guerra non mi sia indifferente
è un mostro grande e calpesta ferocemente
tutta la povera innocenza della gente


Mercedes Sosa  "Sólo le pido a Dios"





mercoledì 27 aprile 2011



Lacrime di malinconia
solcano il mio volto.

Singhiozzi soffocati
affondano nella ferita.

Il tempo è uguale a zero,
il tempo non conta per noi.

Eppure in questo vuoto annaspo,
in questo silenzio mi perdo.

Gocce salate sugli squarci del mio cuore
tolgono il fiato, fermano l’immagine.

Senza respiro, senza direzione,
fermo così, senza te.

Liberami,
libera le mie ali.

Fammi sentire il tuo respiro,
regalami un soffio leggero,
anche un sospiro.

Fammi respirare,
fammi volare,
spezza questo incantesimo funesto.

Aria che danza nel mio destino
asciuga queste lacrime,
soffia su questo tempo,
immobile,
come questo mare nei miei occhi.




Tratta dal libro "Destini"






giovedì 14 aprile 2011





Due donne, due vite, due destini.
Due tracciati narrativi profondamente diversi e senza alcun nesso tra di loro, ma con un denominatore comune: il legame Karmico.




Vetrina  (Clicca per entrare nella vetrina e scegli la copertina che ti interessa per vedere la scheda del libro)







mercoledì 23 febbraio 2011



 Un giorno passerà questa favola…
poi passeranno le lacrime…
solo ceneri su ceneri sparse al vento.
Le mie parole saranno la mia pace
e ti ritroverò tra queste pagine
come lacrime fresche su un dipinto antico,
di visioni furtive,
di vetri appannati,
di giorni infiniti.
Momenti da sogno
immortalati nei miei pensieri
per far sì che non svaniscano all’ombra del tempo.
Ed io abbandono i miei pensieri
ai ricordi segnati dall’attimo
che non passerà mai.





domenica 20 febbraio 2011



 Berrò dalla tua bocca tutti i versi,
anche quelli mai scritti per te.
Con le mie labbra bacerò i tuoi baci,
anche quelli mai dati.
Stringerò contro il tuo corpo il mio corpo,
desideroso di ascoltare il ritmo dell’amore
creato da noi con estrema avidità.
Albero, ramo, foglia…
Spiaggia, mare, cielo…
Disegno, dipinto, colore…
Amarti.
Amarti fra le stelle,
mentre la luna declama una poesia
e l’alba accarezza un verso.
Amarti fra le stelle,
mentre l’aria sospira la sua pena
e la notte naviga nel tempo…
il nostro.








sabato 12 febbraio 2011



Racconto a volte ironico, a volte tragico, che si miscela tra fantasia e realtà.
A voi capire dove finisce una e comincia l'altra.





Vetrina   (Entra nella mia vetrina e clicca sul libro che ti interessa per vedere la scheda)













La pubblicazione di questa raccolta di 44 racconti (tra i quali uno mio) è finalizzata al sostegno a distanza di una bambina ricoverata nel reparto di oncologia pediatrica dell'Ospedale Budimex di Bucarest tramite l'associazione no-profit "Prometeo" di Massimiliano Frassi, a cui andrà il ricavato della vendita.

Ti regalo una fiaba  (clicca qui)





domenica 6 febbraio 2011



Mi fondo con la notte
e nel tuo sogno mi disperdo,
cullato dalla danza infinita
delle onde del tuo mare.
Mi fondo con il sole
e mi lascio bruciare la carne
dalla tua passione abbagliante.
Mi fondo con l’acqua
e ti lascio scorrere sul mio corpo.
Accarezzami con lo sguardo,
spogliami con la tua voce,
bevi la mia anima
e sazia la tua sete d’amore.
Mi fondo con la terra
e cammino con te
nella strada della passione
e mi disperdo nel piacere della tua carne.
Mi fondo nel tuo cielo
e nella tua immensità
io mi disperdo.






giovedì 3 febbraio 2011



Voglia di amarti.
Respirare la tua presenza
nel vuoto immenso della tua assenza.
Pesa la distanza.
Voglia di sentirti,
vicino a me, molto vicino.
L’odore del tuo corpo,
il sapore della tua bocca,
la passione nell’averti.
Cancellare le paure,
eliminare le incertezze.
Sciogliermi nei tuoi baci
come zucchero
da stendere sul tuo corpo.
Entrare in acque profonde
fino a raggiungere le tue ansie
e soffocare le mie
per poi sfociare nella tua anima.
Ricoprirti di versi e parole
aspettando che la tua pelle le assorba
o il tuo fuoco le sciolga.
Voglia di amarti.
Questa voglia che toglie il fiato,
questa voglia che mi uccide,
questa voglia di te.